NEWS

Guida ai tipi di motoriduttori: quali scegliere per le tue automazioni

Una panoramica sui vari tipi di motoriduttori disponibili in commercio e alcuni consigli su quale scegliere per il tuo cancello

Per saperne di più
Guida ai tipi di motoriduttori: quali scegliere per le tue automazioni
Pubblicato il: 12-03-2024

Rapporto di riduzione: ecco come eseguire il calcolo nei motoriduttori

Categoria:

Calcolo dei motoriduttori: guida pratica per non commettere errori

Il rapporto di riduzione è un parametro fondamentale per la scelta del motoriduttore adatto a un determinato tipo di cancello e serve ad indicare il rapporto tra la velocità in entrata e quella in uscita che deve essere soddisfatto dal riduttore stesso.

Sebbene possa sembrare complicato, in questo articolo cercheremo di semplificare il concetto, illustrandoti le basi del calcolo del rapporto di riduzione nei motoriduttori e fornendoti una guida pratica e semplice per aiutarti ad applicarlo nel modo corretto.

Come si esegue il calcolo dei motoriduttori?

Per conoscere il rapporto di riduzione ed eseguire il calcolo nei motoriduttori, esistono ormai tantissimi software e strumenti specifici. Tuttavia, se sei appassionato di meccanica e automazione o semplicemente hai bisogno di installare un nuovo motoriduttore per il tuo cancello elettrico e vuoi comprenderne meglio il funzionamento, potresti aver bisogno della formula che sta alla base del calcolo.

Innanzitutto bisogna premettere che i motori elettrici disponibili in commercio hanno capacità e potenze standardizzate indicate dal produttore nelle specifiche tecniche e che, quando vengono applicati a dei sistemi di automazione, occorre adattare la velocità del motore al tipo di movimento che il dispositivo deve svolgere.

Il calcolo del rapporto di riduzione dipende quindi dal tipo di riduttore utilizzato e dalla sua configurazione, ma il metodo di base per determinarlo è lo stesso per la maggior parte dei motoriduttori, ovvero:

R = N1 / N2

dove:

  • R è il rapporto di riduzione
  • N1 è il numero di giri al minuto (RPM) del motore
  • N2 è il numero di giri al minuto (RPM) all'uscita del riduttore

Ma facciamo un esempio. Supponiamo di avere un motore con una velocità di 1400 RPM e un riduttore che ha un rapporto di riduzione di 10:1. La velocità all'uscita del riduttore sarà:

N2 = N1 / R = 1400 RPM / 10 = 140 RPM.

Come scegliere il motoriduttore adatto al tuo cancello

Il calcolo del motoriduttore è fondamentale per poter scegliere il giusto congegno per il tuo cancello, ma come probabilmente già saprai, ne esistono di diversi modelli, più o meno adatti a ogni specifica situazione, tra cui:

  • Motoriduttori a vite senza fine: sono i più comuni e offrono un'ampia gamma di rapporti di riduzione.
  • Motoriduttori a ingranaggi: compatti e silenziosi, offrono un range di rapporti di riduzione più limitato.
  • Motoriduttori epicicloidali: sono i più performanti e offrono un'alta efficienza, ma sono anche i più costosi.

Da Emporio Elettrico trovi il motoriduttore più adatto al tuo cancello

Abbiamo appena visto come eseguire il calcolo del motoriduttore attraverso la formula di riduzione, sottolineando l’importanza di scegliere il sistema giusto per consentire la corretta funzionalità del tuo cancello elettrico. Non ti resta che trovare quello più adatto a te!

Sullo shop online di Emporio Elettrico puoi trovare il motoriduttore perfetto per il tuo cancello, grazie all'ampia scelta di modelli e marche a disposizione.

Navigare nel nostro sito è semplicissimo e ti permetterà di trovare in pochi click quello che di cui hai bisogno! Se ad esempio sei alla ricerca di un motoriduttore Vds per cancelli scorrevoli, ti basterà selezionare il nome del brand nel menù laterale e poi cliccare sulla categoria di prodotti che ti interessa: a questo punto si aprirà una pagina con tutti i motoriduttori Vds e potrai scegliere il tuo.

Contattaci se hai bisogno di altri consigli tecnici o per richiedere informazioni sui nostri prodotti.